Muffa sulle pareti? Guida per eliminare la muffa dai muri fai da te

La muffa è un tipo di fungo, pertanto non fa molta differenza se la casa in cui abitate è di vecchia o recente costruzione: se non è stata isolata termicamente in modo corretto – ed in più per svariati motivi non viene arieggiata adeguatamente – è molto comune che con l’iniziare dell’autunno faccia capolino. Non è un problema d’igiene – la casa non è “sporca” – è esclusivamente un problema di condensa che tende ad accumularsi negli angoli del soffitto, perché sono i punti più freddi di una stanza.
Una volta che si è formata la muffa, conviene debellarla al più presto: a parte il fattore estetico, è anche una questione di salute vostra e della casa; la muffa se lasciata proliferare può intaccare la parete anche in profondità e rimuoverla poi vi costerà il doppio in prezzo e fatica.
Come fare per eliminare la muffa sulle pareti? Un rimedio fai da te, facile e veloce, consiste nello spruzzare su tutta l’area interessata dalla muffa – meglio se con un nebulizzatore – acqua e candeggina: basta già questo per farla scomparire. Due chiarimenti a tal proposito: mai strofinare la macchia di muffa perché essendo un fungo si riproduce per spore e così facendo potreste spargerle per la casa e peggiorare la situazione; per lo stesso motivo e per il materiale che state utilizzando – candeggina – eseguite questo tipo di lavoro debitamente protetti (mascherina ed occhiali a protezione degli occhi), tendendo ben arieggiato il locale in questione. Per riportare tutto al colore precedente della vostra parete, ritinteggiate una volta asciutto, meglio se utilizzando vernici antimuffa. E ricordate che la miglior arma è la prevenzione: arieggiate bene i locali quando si crea troppa umidità!

Comments are closed.