Quadri come oggetto d'arredo


Pubblicato il 23 Giugno 2010 - 12:21:43

Dai un voto a questo album


0votanti: 0

Un padre eccentrico, John Butler, sognatore e pittore perennemente insoddisfatto. Una vita spesa tra l’Irlanda e Londra, tra idealismo e senso pratico, alte frequentazioni e povert. John Burtler padre del celebre poeta William era colto, brillante, agnostico, amante della poesia, bizzarro, sognatore e incapace di assumersi qualsiasi tipo di responsabilit, rinunci a una carriera rispettabile per una vita da bohmien. Per le sue stravaganze i marinai lo ritenevano un menagramo. Um giorno si fece uno strappo sul retro della giacca per evitare che le occasioni mondane lo distogliessero dal lavoro; quando la moglie glielo cuc, lui strapp via tutti i punti. All’influenza della personalit eccentrica e dominante di John non poterono sottrarsi i suoi quattro figli. Tutti grandi artisti: dal poeta di William alla ricamatrice di Susan. I suoi dipinti non erano mai pronti perch secondo lui non erano mai finiti, infatti diceva sempre “un quadro non mai finito, perch non mai perfetto e la perfezione lo scopo dell’artista”. Si faceva sottopagare. La sua pittura ha una qualit impressionistica, dinamica, ricca di movimento, colore e luce a volte violenta e compulsava tanto da arrivare a confini di astrazione.


Se vuoi pubblicare la tua news mandala a info@casaspecial.com e se valutata attinente dalla redazione verrà pubblicata.


Commenti (0)


Inserisci un commento

Per inserire un commento iscriviti

Bookmark and Share